venerdì 11 aprile 2014

On my wishlist #5 - Quando il diavolo mi ha preso per mano di April Genevieve Tucholke


On My Wishlist è una rubrica a cadenza casuale, ideata dal blog Book Chic City, dove vi parlo dei libri che sono già -o sono appena entrati- nella mia lista dei desideri.


Eccoci qui con un altro titolo che è entrato nella mia lista dei desideri fin dall'annuncio della pubblicazione italiana...

Quando il diavolo mi ha preso per mano 
di April Genevieve Tucholke

Ancora una volta questo fantastico titolo verrà pubblicato (il 15 aprile) dalla Piemme Freeway (siete grandi *-*), e sinceramente non vedo l'ora di metterci le mani sopra!!!
Adoro la copertina (e soprattutto il fatto che non l'abbiano cambiata) e anche se il font è diverso dall'originale, più lo guardo e più mi piace!


Quando il diavolo mi ha preso per mano
April Genevieve Tucholke
Serie Between #1
Editore Piemme, collana Freeway
276 pagine, 16 euro
Pubblicazione 15 aprile 2014

Trama:
Nel paesino di mare dove abita Violet White non succede mai niente... fino a quando River West non affitta la casetta dietro la sua e incominciano ad accadere cose inquietanti. River è soltanto un bugiardo dal sorriso irresistibile e un passato misterioso? O dietro i suoi occhi ipnotici si nasconde qualcos'altro? La nonna di Violet l'aveva sempre messa in guardia dai giochi che sa fare il diavolo, ma lei non aveva mai pensato che potesse nascondersi dietro un ragazzo dai capelli scuri che si appisola in giardino, adora il caffè e ti fa tremare di passione.

Un estratto dal libro:
"Isobel stava giocando col suo hula hoop proprio qui davanti al mausoleo e lui le è piombato addosso... e se l'è portata via." Fece una pausa e guardò il cielo. "Aveva gli occhi rossi ed era vestito come ci si vestiva una volta e sembrava un uomo normale, a parte gli occhi rossi e i vestiti del giorno del ringraziamento e il bastone a serpente. Ma l'ho capito subito che era il Diavolo."
Era una specie di gioco. Un gioco da bambini che si era spinto troppo oltre. Guardai le loro facce serie, i paletti stretti in ogni mano, il loro silenzio innaturale. Mi domandai che fine avesse fatto la ragazzina. Isobel. Era tornata a casa senza avvertire il fratello? Oppure qualcuno l'aveva veramente rapita?
Lanciai un'ultima occhiata a Jack da sopra la spalla, ancora inginocchiato a terra. Non avevo notato nessuna punta di malizia, nessun orgoglio nella creazione del gioco, nessuna gioia frenetica per essere ancora in giro a quell'ora. Aveva la serietà di un soldato che sta per andare in guerra. Sconvolgente. Strano. Mi domandai se avessi dovuto avvertire qualcuno di quello che stava succedendo. Cercare qualche genitore, o chiamare la polizia.
"Violet."
Smisi di camminare e guardai River.
"Non preoccuparti per loro. È solo un gioco."
Non risposi.
River appoggiò il suo bacino al mio e la mia schiena incontrò il cancello di ferro battuto. Curvò le dita dietro la mia testa e i miei pensieri... cessarono.
Mi baciò. Le mie labbra incontrarono le sue e semplicemente. Smisi. Di. Pensare. Non pensai al fatto che River era ancora uno sconosciuto. Non pensai al tunnel, o a Jack, o al Diavolo, o a qualsiasi altra cosa. Le labbra mi si sciolsero nel cuore, che si sciolse nelle gambe, che si sciolsero nel terreno sotto di me.


Quanto mi ispira questo libro? TANTO. Lo trovo originale e intrigante e spero di leggerlo al più presto!
Chi lo aspetta con ansia come me??

4 commenti:

  1. Io io io!!!! *________*
    Mi ispira tantissimo, questo libro!!!! :)

    RispondiElimina
  2. Ciao! Nuova follower! ;) Aspetto anche io l'uscita di questo libro, mi incuriosisce moltissimo!
    Complimenti per il tuo bel blog! Passa dal mio se ti va... http://300grammidicartaeinchiostro.blogspot.it/
    A presto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, passo con piacere! Grazie e benvenuta!! ;-)

      Elimina
  3. Ispira tantissimo anche me *____*

    RispondiElimina

Lasciatemi un commento se vi va!