venerdì 13 novembre 2015

Recensione: "Talon" di Julie Kagawa

Talon
Serie: Talon #1
Autore: Julie Kagawa
Editore: Harlequin Mondadori
Pagine: 475
Prezzo: 16,00 € cartaceo – 9,99 € ebook

Trama:
Ci fu un tempo in cui i draghi furono cacciati fino quasi all'estinzione dai cavalieri dell'Ordine di San Giorgio. Da allora, nascosti sotto sembianze umane, i draghi di Talon sopravvissuti al massacro si sono moltiplicati e hanno acquisito maggiore forza e astuzia nel corso dei secoli: non manca molto a quando saranno pronti a diventare i padroni del mondo, senza che gli esseri umani nemmeno se lo immaginino. Ember e Dante Hill sono gli unici esemplari di draghi fratello e sorella, addestrati per infiltrarsi nella società degli uomini. Ember non vede l'ora di vivere come una teenager qualunque e godersi quell'unica estate di libertà che le sarà concessa, prima di ricoprire il ruolo a lei destinato dentro il regno di Talon. Ma l'Ordine è sulle loro tracce per terminare quanto non era stato fatto nel passato: annientarli tutti. Il cacciatore di draghi Garret Xavier Sebastian, però, non può uccidere, a meno che non sia sicuro di aver trovato la propria preda. E niente è certo quando si tratta di Ember Hill.

Buongiorno a tutti!! Eccomi qui con una nuova recensione dopo tanto tempo! Oggi vi parlo dell’ultima uscita fantasy della Harlequin Mondadori, futura Harper Collins, che ringrazio infinitamente per la copia del romanzo! *-*

Talon è un’organizzazione segreta e perfettamente organizzata che gestisce le vite dei draghi superstiti nel mondo: li addestra, definisce il ruolo che dovranno ricoprire e decide tutto per loro, così da proteggere la sopravvivenza della razza, nascondendola all’uomo finchè non sarà pronta a prendere possesso della terra.
Ember e Dante sono due draghi gemelli adolescenti inviati da Talon in forma umana a Crescent Beach, una piccola città sull’oceano, al fine di integrarsi alla perfezione tra gli umani finchè, a fine estate, non verrà assegnato loro il ruolo che dovranno ricoprire in Talon. Ember non vede l’ora di assaporare quella libertà che, dopo anni di addestramento in reclusione col fratello, ha tanto desiderato. E cosa vuole di più un drago, per di più della sua età? Volare, essere libero, assumere la sua vera forma e perdersi nel cielo. Tutte cose però assolutamente vietate per loro che, affidati a due tutori, sono sempre sotto lo stretto controllo di Talon.
Inizia così l’unica estate di semi-libertà per Ember, che riesce subito a fare amicizia con ragazze e ragazzi umani della sua età…. Peccato che uno di loro, Garret, sia in realtà un soldato dell’Ordine di San Giorgio, che da sempre caccia e uccide tutti i draghi che incontra sul proprio cammino. Garret è stato mandato a Crescent Beach per trovare e uccidere un “dormiente”, un drago che l’Ordine ha scoperto essere stato mandato lì per mimetizzarsi. Subito Garret sospetta di Ember, una rossa coraggiosa, con il fuoco dentro (letteralmente), che però per la prima volta gli fa desiderare di essere un ragazzo normale… Ma se invece fosse proprio lei la spietata creatura che deve uccidere? Nonostante i dubbi Garret deve continuare a frequentarla per scoprirlo, in attesa che lei tradisca la sua vera natura…
Lo stesso accade anche ad Ember, che come drago per natura dovrebbe desiderare solo ricchezze e potere, ma come ragazza scopre invece di provare dei sentimenti fin troppo…umani. Ovviamente non ha idea di chi sia Garret, sa solo che per la prima volta in vita sua vuole restare in quel posto, a vivere quella vita, a frequentare quel ragazzo che, con i suoi magnetici occhi color argento, proprio non riesce a non baciare. A complicare le cose alla protagonista ci si mettono anche la sua perfida istruttrice ed un drago disertore. La prima è stata mandata da Talon per sottoporla a durissimi addestramenti e decidere così il suo futuro ruolo nell’organizzazione, mentre il secondo è un affascinante drago in fuga dal controllo di Talon, che promette di rivelarle informazioni segrete sul mondo di Talon che crede di conoscere…
Decisamente un’estate movimentata per Ember, che dopo un proibitissimo volo notturno col drago disertore si trova sentimentalmente e fisicamente divisa in due: il suo lato di drago si infiamma per il disertore, vuole volare e fuggire con lui, ma la sua parte umana la trattiene ed indirizza verso Garret…
Storia molto scorrevole ed originale; ammetto che avrei preferito trovare più scene d’azione rispetto alle 2/3 che ho trovato, ma nel complesso mi è piaciuto molto! Da una parte volevo che Ember continuasse la sua relazione con Garret, dall'altra non vedevo l'ora che si scoprissero a vicenda!
Ember è una protagonista forte, che non si lascia scoraggiare e non le manda certo a dire mentre Garret, che immaginavo come un soldato tutto d'un pezzo, è stato invece più fragile e complicato di quel che credevo! Il disertore Riley ha giocato un ruolo più importante del previsto, ed ha un po' rappresentato ciò che spesso anche noi proviamo e dal quale siamo attratti: il fascino del proibito e la natura "animale" delle persone.. un bel personaggio insomma! Grazie al suo Pov e a quello di Garretsono riuscita ad avere una visione più ampia del mondo inventato dalla Kagawa, nel quale non vedo l’ora di tornare!


"Quegli occhi. Mi sembrava che mi trafiggessero; che se non mi fossi allontanata subito mi avrebbero spaccato in due per vedere cosa c'era dentro di me."
[Ember]


4 commenti:

  1. Mi incuriosisce davvero tanto *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio! Forse manca un po' d'azione, questo sì, però alla fine mi è piaciuto tanto lo stesso! :-)

      Elimina
  2. Bella recensione :) Io l'avevo iniziato qualche settimana fa ma l'ho messo un po' da parte per altre letture, però mi stava piacendo e lo riprenderò sicuramente al più presto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Juliette! :-D Fammi sapere cosa ne pensi una volta che lo avrai finito!

      Elimina

Lasciatemi un commento se vi va!